top of page

La visita nutrizionistica si compone di tre fasi:

nella prima parte si svolge un colloquio in cui si cerca di capire esigenze fisiologiche, psicologiche e sociali. In questa fase vi saranno poste domande sulle vostre abitudini alimentari e comportamentali, oltre a eventuali patologie conclamate e terapie farmacologiche.

Nella seconda fase si procede alla valutazione corporea, tramite diverse indagini quali antropometria, plicometria, impedenziometria e pulsissometria, oltre alla misura del peso corporeo.

Queste sono poco invasive ed applicabili a tutti i pazienti deambulanti.

Per pazienti allettati o con deficit motori è possibile applicare metodi estrapolativi alternativi.

Nella terza fase in genere viene rilasciato un piano alimentare, specifico  per il paziente, oltre ad eventuali consigli sull'assunzione di integratori alimentari.

L'impedenziometria è una tecnica non invasiva, utilizzata per stima la composizione del corpo suddivia in massa magra, grassa e acqua.

Le ultime generazioni di impedenziometri, permettono di effettuare una misurazione accurata,  analizzando il corpo in più distretti, fornendo informazioni sulla componente ossea e sul grasso viscerale, fattore di rischio di numerose patologie metaboliche e cardio-vascolari.

A questo viene aggiunta una misurazione antropometrica per completare il quadro corporeo.

La visita nutrizionistica

Nessuna indagine è più importante della tranquillità di sentirsi in un ambiente sereno e accogliente: per questo motivo la visita viene effettuata sempre al massimo livello di privacy e rispetto della persona.

bottom of page